Questo sito usa cookies per fini statistici e tecnici, cliccando "ACCETTO" o continuando la navigazione si accettano i cookies usati da parte del sito e da terze parti

ACCETTO

policy cookie statistico google analytics
Centro medico fiemme:: MOC

Attenzione ! - Javascript è disabilitato.
Per favore abilitalo. Se il browser non lo supporta è consigliato aggiornarlo (è gratuito).

Warning ! - Javascript is disabled.
Please enable it. If your browser does not support Javascript is recommended to upgrade (it's free)..

MOC

La Mineralometria Ossea Computerizzata a raggi X (MOC) rappresenta oggi la metodica di riferimento nella diagnosi dell’osteoporosi. La MOC.jpgMOC misura il patrimonio minerale dello scheletro e si basa sul principio dell'assorbimetria fotonica: un sottile fascio di raggi X attraversando i tessuti viene assorbito in misura proporzionale alla densità dei componenti; grazie a opportuni algoritmi matematici si può calcolare la densità di questi tessuti, distinguendo tra tessuti molli e tessuto osseo. La MOC non è invasiva ed è inoltre scevra da rischi di radiazione per il paziente; 10 MOC corrispondono alla normale esposizione giornaliera alla radiazione di fondo; un viaggio aereo Europa-America corrisponde a 80 MOC; una settimana bianca a 2000 metri corrisponde a 84 MOC; una radiografia della colonna lombare corrisponde a 1500 MOC; una del torace a 50 MOC; una TAC per densitometria corrisponde a più di 30 MOC!



QUANDO È OPPORTUNO EFFETTUARE LA MOC

 

La MOC è indicata nelle seguenti condizioni cliniche:

  1. Carenza estrogenica:
      • menopausa precoce (prima dei 45 anni);
      • amenorrea secondaria prolungata per oltre un anno;
      • ipogonadismo primario.
  2. Terapie con cortisonici sistemici.
  3. Anamnesi familiare materna positiva per:
      • frattura di femore;
      • fratture Colles o vertebrali prima dei 75 anni.
  4. Magrezza.
  5. Altre malattie associate a osteoporosi.
  6. Precedenti fratture da fragilità.
  7. Riscontro radiologico di osteoporosi o cedimenti vertebrali.
  8. Perdita di statura (superiore a 6cm).
  9. Donne di età superiore a 65 anni.

 

I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO PER L’OSTEOPOROSI

 

  • una frattura da fragilità nel gentilizio materno (frattura del femore);
  • l’età superiore a 65 anni
  • la menopausa precoce (prima dei 45 anni);
  • periodi di prolungata assenza di mestruazioni (amenorrea);
  • una frattura ossea da trauma banale nella propria storia medica;
  • l’abuso di alcool e caffè;
  • il fumo;
  • l’uso di farmaci cortisonici;
  • malattie dell’apparato gastrointestinale;
  • malattie della tiroide e delle paratiroidi;
  • la magrezza.